Provvedimenti Lettera R

Abolizione Lettera R, il punto di vista del Gruppo NSA


Il Presidente del Gruppo NSA, Gaetano Stio, intervistato dal Prof. Francesco Priore, commenta le recenti novità sul DECRETO CRESCITA e sull’abolizione della lettera R.

Nell’intervista il Dott. Stio mette in risalto la differenza tra due regioni come TOSCANA (sprovvista della GARANZIA DIRETTA) ed EMILIA ROMAGNA, esponendo anche la situazione attuale dell’accesso al Fondo di Garanzia per le microimprese e per le PMI di altre regioni.

In particolare, focalizzandosi sul LAZIO e sul pericolo di uno sconveniente ritorno al passato, illustrando gli svantaggi che colpirebbero le PMI in caso di un ritorno alla lettera R.

Il Gruppo NSA presenta la ricerca dell’Università Cattolica


Il Gruppo NSA presenta a Palazzo Parigi in una conferenza stampa, lo studio scientifico realizzato dall’'Università Cattolica relativo all'abrogazione della lettera r) proposta nel Decreto Crescita, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 30 aprile ed entrato in vigore il 1° maggio 2019..

Nella conferenza, ripresa da ASKANEWS, Gaetano Stio, Presidente di NSA e Francesco Salemi AD del gruppo, presentano la ricerca affiancati dal Prof. Riccardo Bramante del Laboratorio di Statistica Applicata dell’Università Cattolica di Milano.

In particolare, focalizzandosi sulle valutazioni emergenti dallo studio e sul concreto pericolo, per le imprese italiane, di riduzione dei finanziamenti erogati di circa il 27% nei prossimi anni qualora non venga abolita la lettera r).

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO


La presentazione del Ministero dello Sviluppo Economico - avvenuta il 28 Febbraio 2019 - dal titolo “Garanzie alle PMI tramite contributi rimborsabili ai confidi” in cui è possibile rendersi conto della situazione dei confidi e degli “aiuti” che essi hanno ricevuto da parte dello stato.

INTERVENTO SAPPINO


La presentazione del Ministero dello Sviluppo Economico, avvenuta a Roma l’11 Novembre 2018 alla “CONVENTION FEDART FIDI”, con l’intervento di Carlo Sappino, Direttore Generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

CONFRONTO DATI EMILIA-TOSCANA


Un confronto fra due regioni similari in merito alle percentuali di operazioni, divise per settori, effettuate con il Fondo di Garanzia con la grande differenza delle possibilità di accesso da parte delle PMI, essendo la Garanzia Diretta non attuabile in Toscana.

DATI E ANDAMENTO DEL LAZIO


Una panoramica sull’andamento della regione Lazio in cui la lettera R è stata in vigore fino al 6/12/2013, con l’evidente cambio di tendenza e direzione da parte delle imprese nella scelta di accesso al Fondo di Garanzia.

GAZZETTA UFFICIALE DECRETO CRESCITA


Il Decreto crescita, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 30 aprile, è entrato in vigore il 1° maggio 2019. Il provvedimento, decreto-legge 34/2019, G.U. n.100 del 30 aprile 2019, è operativo e include 51 articoli distribuiti in IV Capi. Scaricabile anche la relazione tecnica dell’art.18 elaborata dal Consiglio dei Ministri.

 

RASSEGNA STAMPA


Una raccolta dei principali articoli e comunicati pubblicati di recente in merito a questo delicato argomento. La rassegna presenta già la divisione tra interventi PRO e CONTRO l’abolizione della lettera R, in modo da fornire una panoramica completa ed esaustiva.

 

GLI INTERVENTI FAVOREVOLI NELLE AUDIZIONI ALLE COMMISSIONI BILANCIO E FINANZA IN MERITO ALL’ABROGAZIONE DELLA LETTERA R)


Un riassunto estratto degli interventi favorevoli da parte delle associazioni alle audizioni del 10 Maggio alle Commissioni Bilancio e Finanza in merito all’abrogazione della lettera r) proposta nell’articolo 18 del decreto-legge 34/2019.

DECRETO CRESCITA: LUCI ED OMBRE SUL FINANZIAMENTO ALLE PMI.
DINAMICHE DEL CREDITO E FONDO DI GARANZIA


Lo studio scientifico realizzato dall’'Università Cattolica (completo e riassunto) su questo tema relativo all'abrogazione della lettera r). Le valutazioni che sono state fatte dall'Università portano a determinare che ci sarebbe una riduzione dei finanziamenti alle imprese di circa il 27% nei prossimi anni, con un impatto all'anno di circa 5 miliardi di finanziamenti in meno se venisse mantenuto questo provvedimento.

 
SCONTATO PROTEGGEREnsaPMIndexPRESTIPROWikinsa